Menu Chiudi

Nel 2022 su Netflix arriverà “Blood Origin” uno spin off di “The Witcher”.

E’ ufficiale: dopo la seconda stagione della fortunata serie Fantasy “The Witcher”, nel 2022, sulla piattaforma streaming Netflix, sarà distribuita “Blood Origin” la miniserie spin off composta da sei puntate.

Il prequel, ambientato  1.200 anni prima della serie principale, racconta gli eventi che porteranno alla Congiunzione delle Sfere, la fusione tra il mondo elfico, dove si svolge l’azione, quello dei mostri, e quello degli uomini, e alla nascita del primo Witcher.

I tre protagonisti principali sono: 

Eile, impersonata dall’attrice  Sophia Brown,  una formidabile guerriera dalla voce stupenda, che abbandona il proprio clan e il ruolo di guardiana della Regina per diventare una musicista nomade, ma che gli eventi costringeranno a riprendere le armi.

Scìan, interpretata da Michelle Yeoh, famosa attrice di origini cinesi, vista in innumerevoli film e serie TV (indimenticabile in “La tigre e il dragone” che nel 2000 la portò alla ribalta), l’ultima discendente di una tribù di elfi nomadi di grandi spadaccini.

Fjall, un guerriero elfo che cerca vendetta per l’uccisione del suo re che aveva giurato di difendere, e che è interpretato da Laurence O’Fuarain, già visto in Vikings.

Finito di girare a novembre, tra mille difficoltà causate dalla pandemia, al momento Netflix non ha ancora annunciato la data esatta di uscita, limitandosi a presentare un primo teaser, postato in coda all’ultima puntata della seconda stagione di The Witcher